http://www.acquolinaristorante.it/wp-content/uploads/2018/12/2.3a.jpg
http://www.acquolinaristorante.it/wp-content/uploads/2019/07/Daniele-Lippi-250x374.png

DANIELE LIPPI – Chef di cucina

Daniele Lippi, classe 1990, è cresciuto alla scuola dei fratelli Troiani, per 9 anni presso il Convivio. Head Chef dal 2015, perfeziona il suo stile con varie “incursioni” ai vertici del panorama stellato internazionale, da Yannick Alléno – Pavillion Ledoyen***, Paris – a Enrico Crippa – Piazza Duomo ***, Alba – a Grant Achat, presso Alinea Restaurant di Chicago e ancora in Spagna con Paolo Casagrande al Lasarte ***di Martin Bersategui. Con i suoi 28 anni, Daniele è curioso e ha voglia di giocare: “Non mi prendo mai troppo sul serio, ma prendo la cucina molto sul serio. Ho troppo rispetto per questo lavoro, cosa c’è di più importante del cibo? Ma la vita è anche leggerezza e voglia di guardare oltre le apparenze”. Oltre le apparenze… una specie di mantra per Daniele. Si lascia sorprendere dai sensi, il gusto di un vegetale che ne richiama un altro, la vista di un prodotto che gli ricorda la forma di un altro, il profumo di un ingrediente che lo riporta in uno scenario diverso e poi insegue un’idea e la realizza con maestria e senso estetico. Un gioco delle parti che sfiora il surrealismo: niente è ciò che sembra.

http://www.acquolinaristorante.it/wp-content/uploads/2018/12/Andrea-La-Caita-min-250x374.jpg

ANDREA LA CAITA – General Manager

Nato nel 1976, si laurea in Relazioni Internazionali alla Sapienza di Roma e consegue un master in Business and Administration alla Luiss Giudo Carli. Nel 2005 inizia l’avventura nella ristorazione con Il Vesta a Tivoli, stella Michelin già due anni dopo. Nei tre anni successivi gestisce La Sibilla di Tivoli insieme allo chef Adriano Baldassarre. Si trasferisce successivamente a Pescara, dove diventa General Manager del Relais del cavaliere De Cecco, insieme allo chef 3 stelle Michelin Heinz Beck. Lavora con chef stellati come Cerea ed Esposito. Nel frattempo prende un altro master in Economia del Turismo alla Bocconi di Milano. Nel 2017 torna a Roma ed entra in società con i fratelli Troiani, partecipando all’apertura di Acquolina presso il The First Hotel. Attualmente è General Manager di Acquolina e di AcquaRoof Terrazza Molinari.

ANDREA LA CAITA – General Manager

Nato nel 1976, si laurea in Relazioni Internazionali alla Sapienza di Roma e consegue un master in Business and Administration alla Luiss Giudo Carli. Nel 2005 inizia l’avventura nella ristorazione con Il Vesta a Tivoli, stella Michelin già due anni dopo. Nei tre anni successivi gestisce La Sibilla di Tivoli insieme allo chef Adriano Baldassarre. Si trasferisce successivamente a Pescara, dove diventa General Manager del Relais del cavaliere De Cecco, insieme allo chef 3 stelle Michelin Heinz Beck. Lavora con chef stellati come Cerea ed Esposito. Nel frattempo prende un altro master in Economia del Turismo alla Bocconi di Milano. Nel 2017 torna a Roma ed entra in società con i fratelli Troiani, partecipando all’apertura di Acquolina presso il The First Hotel. Attualmente è General Manager di Acquolina e di AcquaRoof Terrazza Molinari.

http://www.acquolinaristorante.it/wp-content/uploads/2018/12/Andrea-La-Caita-min-250x374.jpg
http://www.acquolinaristorante.it/wp-content/uploads/2018/12/Benito-Cascone-min-250x375.jpg

BENITO CASCONE – Restaurant Manager

Di origine campana, nasce a Castellammare di Stabia nel 1983. Dopo gli studi alberghieri si trasferisce in Inghilterra dove inizia il suo percorso lavorativo. Prima a Bray presso The Waterside Inn, storico ristorante tre stelle Michelin sulle rive del Tamigi, e poi ad Oxford presso Le Manoir Aux Quat’Saisons. Dopo qualche anno decide di affrontare una nuova sfida e di mettersi in gioco in un altro paese: la Svizzera, dove diventa Restaurant Manager de La Table d’Adrien presso l’Hotel Chalet d’Adrien. Dopo gli anni in Svizzera decide di tornare in Francia, dove aveva già trascorso un anno presso L’Oustau de Baumanière in Provenza. Si trasferisce quindi a Parigi per una nuova avventura, affinando le sue competenze a Le Pavillon Ledoyen-Alléno Paris come 1 Maitre d’Hotel. Esperienza che gli permette di conoscere nuove tecniche di ristorazione e di farne tesoro. Sempre in Francia, ricoprendo lo stesso ruolo, lavora infine a Le Mirazur, terzo ristorante al mondo secondo la classifica The World’s 50 Best Restaurants. Tornato in Italia, dove diventa Restaurant Manager di Acquolina.

ALESSANDRO SIMEONE – Bar Manager

Classe 1989, nato a Roma da padre romano e madre siciliana, entrambi astemi. Si definisce un alchimista, dalla personalità intraprendente, solare e creativa con una maniacale attenzione per i dettagli. Inizia ad affacciarsi al mondo della miscelazione all’età di 22 anni, con varie esperienze in giro per l’Europa. Dopo 4 anni torna a Roma e frequenta corsi e master di specializzazione ottenendo i massimi risultati e affina le sue capacità lavorando in cocktail bar rinomati e hotel di lusso della Capitale. Il suo è uno stile innovativo: stupire il palato dei suoi clienti è la sua più grande soddisfazione. Ma la sua vera passione resta l’ospitalità, perché sentirsi a casa mentre si sorseggia un ottimo drink è pur sempre un’esperienza indimenticabile.
Attualmente è Bar Manager di AcquaRoof Terrazza Molinari.

http://www.acquolinaristorante.it/wp-content/uploads/2020/01/alessandro-250x375-1-250x374.png
http://www.acquolinaristorante.it/wp-content/uploads/2020/01/alessandro-250x375-1-250x374.png

ALESSANDRO SIMEONE – Bar Manager

Classe 1989, nato a Roma da padre romano e madre siciliana, entrambi astemi. Si definisce un alchimista, dalla personalità intraprendente, solare e creativa con una maniacale attenzione per i dettagli. Inizia ad affacciarsi al mondo della miscelazione all’età di 22 anni, con varie esperienze in giro per l’Europa. Dopo 4 anni torna a Roma e frequenta corsi e master di specializzazione ottenendo i massimi risultati e affina le sue capacità lavorando in cocktail bar rinomati e hotel di lusso della Capitale. Il suo è uno stile innovativo: stupire il palato dei suoi clienti è la sua più grande soddisfazione. Ma la sua vera passione resta l’ospitalità, perché sentirsi a casa mentre si sorseggia un ottimo drink è pur sempre un’esperienza indimenticabile.
Attualmente è Bar Manager di AcquaRoof Terrazza Molinari.

http://www.acquolinaristorante.it/wp-content/uploads/2018/12/Emanuele-Pica-min-250x375.jpg

EMANUELE PICA – Head Sommelier

Emanuele nasce a Frosinone nel 1988. Dopo aver conseguito la maturità scientifica, frequenta la facoltà di Ingegneria Informatica, ma a pochi esami dalla laurea viene attratto dal mondo del vino e della ristorazione. Inizia così a lavorare nella pizzeria di famiglia, dove affianca al menu della pizza una piccola carta dei vini. Non soddisfatto, consegue il diploma da Sommelier AIS e decide di iniziare un nuovo percorso trasferendosi a Torino presso l’Enoteca Rossorubino. Un’esperienza che gli offre l’opportunità di lavorare in una cantina di quasi mille referenze insieme a due grandi professionisti: i fratelli Gazzera. Si trasferisce poi a Londra, dove lavora per lo Chef Marcus Wareing al fianco dell’Head Sommelier Marco Iaccarino, con l’opportunità di migliorare il proprio inglese e soprattutto di venire a contatto con il vino prodotto nel nuovo mondo. Dopo la parentesi inglese decide di tornare in Italia e di riavvicinarsi a casa. Sceglie quindi Roma. A gennaio 2018 arriva la soddisfazione più grande: occuparsi della selezione dei Vini per la Carta di AcquaRoof Terrazza Molinari e iniziare il percorso come Head Sommelier di Acquolina.